Esami di terza media – la mia esperienza

Salve a tutti, eccoci in un nuovo articolo scritto per i miei coetanei, ma anche per tutti i genitori e adulti interessati all’argomento.

Da qualche giorno sono in vacanza, in quanto conclusi gli esami di terza media 2019. Ammetto che è stata un’esperienza molto dura e significativa, specialmente a livello mentale, perchè l’ansia può giocare brutti scherzi. Certamente studiare per tutto il ciclo delle scuole medie garantisce una preparazione completa che permette di affrontare, diciamo con poche difficoltà, gli esami di terza media. Ma tutti, una volta superata l’ammissione agli esami, con un pò di impegno, saranno in grado di passarli anche discretamente.

Io ero molto agitato per gli esami scritti, che ho avuto il 13,14 e 17 giugno. Personalmente ho avuto paura dell’esito dell’esame di italiano (il tema), ma è stato più che positivo. Da questa esperienza ho capito che troppa sicurezza può portare alla delusione e che essere preoccupati e in ansia non è sempre un dato negativo. Detto questo, gli esami scritti di lingue e matematica sono stati facili e brevi e non ho avuto incertezze in merito.

In seguito è la volta dell’esame orale (per chi non lo sapesse una specie di interrogazione però con tutti i professori presenti in cui bisogna preparare e portare una tesina con un argomento centrale collegato poi a tutte le materie). Io ho portato come tema principale la SHOAH, che sono riuscito a collegare perfettamente. Vi lascio qui sotto la mappa concettuale che ho portato a tutti i professori il giorno dell’esame orale (20 giugno)

Ho portato questo argomento molto forte in quanto ho avuto l’opportunità quest’anno di compiere il viaggio della memoria e visitare il campo di concentramento di Auschwitz (ho scritto una lettera in merito alla mia esperienza che potete trovare in questo blog e che invito a leggere a chi non l’avesse ancora fatto).

Per gli esami orali ero molto preoccupato, avevo paura di domande al di fuori dell’argomento d’esame da parte dei prof, ma alla fine è stata una bellissima esperienza. Ho avuto l’opportunità di assistere agli esami dei compagni prima di me e mi sono molto tranquillizzato per la sua facilità. Non me l’aspettavo.

Arrivato il mio turno ero agitatissimo ma sicuro e pronto, non vedevo l’ora. E infatti fortunatamente è andato benissimo.

Questa è stata la mia esperienza degli esami di terza media e adesso mi sento libero e felice. Fatemi sapere che ne pensate e se avete qualche curiosità nella chat in basso.

GRAZIE PER L’ATTENZIONE

A PRESTO

Nicola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *